Mediazione Familiare


La mediazione familiare è un’azione volta a ripristinare la giusta consapevolezza dell’essere famiglia, coppia, genitori-figli e mira, quindi, all’accettazione del cambiamento come momento di crescita. Fasi di trasformazione, cicli di vita, negazione di qualcosa, eventi esterni o interni all’ambito familiare possono portare a rotture e incrinature nei rapporti. 
Parlare e parlarne, ascoltarsi e ascoltare un professionista può contribuire senz’altro al superamento di queste fasi di stasi per ritornare ad un ottimale stato di armonia e ad una nuova situazione familiare. Non un ritorno statico all’origine, ma ad una nuova e originale relazione, dinamica e attiva, come nuova base per il rapporto familiare, personale e sociale.

Le mediazioni familiari svolte da MeTA vengono curate da professionisti esperti super partes che non giudicano ma ascoltano tutti gli interlocutori operandosi attivamente alla risoluzione dei problemi.

La mediazione familiare è una pratica professionale che si rivolge alle famiglie o alle coppie in cui la decisione di separarsi non è condivisa. Compito imprescindibile della mediazione familiare è tenere florida la relazione e la comunicazione nell'interesse dell'armonia familiare, nella salvaguardia delle singole personalità e nel diritto dei figli ad un benessere psicofisico ed a un contesto sano. La mediazione familiare interviene sul conflitto e guida verso il raggiungimento di un accordo condiviso. Accompagna nelle fasi di vita della famiglia tenendo in considerazione i bisogni di ogni membro (famiglia ricostituita, nonni, insegnanti).


La mediazione familiare è quindi un percorso volontario attraverso il quale due parti si rivolgono, nei casi di cessazione di un rapporto di coppia costituita di fatto o di diritto, per la gestione dei conflitti parentali e la riorganizzazione delle relazioni familiari: si distingue ovviamente dagli altri tipi di intervento sulle problematiche della separazione e del divorzio (controllo sociale, natura peritale, assistenziale, giudiziaria, consulenziale o terapeutica). 



LA PROFESSIONALITA' DEL MEDIATORE FAMILIARE 


Il mediatore familiare è un professionista che ha conseguito una laurea umanistica e dopo aver svolto una specializzazione  (psicoterapia - counseling) e un lavoro personale, ha acquisito le competenze necessarie per poter supportare le dinamiche intrapsichiche della coppia operando prevalentemente sul conflitto e sulla comunicazione attraverso l’addestramento all’empatia.

La mediazione familiare è condotta da un soggetto terzo imparziale, “il Mediatore Familiare” e si svolge nella garanzia del segreto professionale, in un ambiente neutrale e in autonomia. L’obiettivo del percorso mediativo è favorire un clima relazionale favorevole all’accordo tra le parti allo scopo di garantire, prima, durante o dopo l’evento separativo, e regolamentare gli interessi, anche di natura economico-patrimoniale, con particolare e preminente attenzione ai diritti dei figli. L’accordo sarà direttamente negoziato dalle parti, rimesso alla loro volontà, raggiunto responsabilmente e su un piano di parità.